Bonus Sociale Elettrico

Il Bonus sociale è una riduzione, applicata nella bolletta per la fornitura di energia elettrica, per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l'energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.
Possono accedere al bonus sociale tutti i clienti domestici, intestatari di una fornitura di energia elettrica nel luogo di residenza, che abbiano un ISEE inferiore o uguale 8.107,5 euro, per i nuclei familiari più di 3 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro. Non vi sono limitazioni di potenza per le suddette utenze presso le quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita.
Inoltre, il bonus elettrico è cumulabile con il bonus gas.
L’ammontare del Bonus, che varia in funzione della numerosità familiare, è stato determinato per il 2017 al fine di consentire un risparmio del 30% sulla spesa media (al lordo delle imposte). Per richiedere il bonus occorre compilare l'apposita modulistica e consegnarla al proprio Comune di residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune (ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF). I moduli sono scaricabili da questa pagina o reperibili presso i Comuni, sul sito dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas o il sito del Ministero dello Sviluppo Economico o chiamare il numero verde 800.166.654.
Informazioni pubblicate ai sensi dell'articolo 18, comma 1, della delibera ARG/elt 117/08 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas smi.